giovedì 1 dicembre 2011

SU LA TESTA 2011 ! ! ! !


Come in tutti gli eventi organizzati da mesi alla fine tutto sembra piombare all’improvviso. Infatti comincia oggi SU LA TESTA, il festival organizzato ad Albenga dall’Associazione Culturale ZOO.

Quella che 6 anni fa era una chiacchiera al bar, complice qualche aperitivo di troppo, è diventata una vera e propria sfida con e per la città e, ora che la rassegna si è confermata negli anni, si può cominciare a dire che sia una realtà.

Le mail ricevute dicono che il pubblico ormai arriva da ogni parte del Nord Italia; da Milano, Torino, Genova, Bologna… premiando le scelte artistiche e lungimiranti di un festival nato per essere low cost. Negli anni artisti del calibro di Paola Turci, Gianmaria Testa, Baccini, Meg si sono alternati sul piccolo palco del teatro Ambra venendo quasi gratis per venire incontro alla passione evidente che nota chiunque si avvicini a Su la testa. L’anno scorso il festival si è permesso il lusso di anticipare l’Italia e il mondo facendo conoscere con qualche mese di anticipo il talento di Raphael Gualazzi protagonista di un indimenticabile concerto.

Per non parlare degli ospiti internazionali, da Jono Manson a Ron Lasalle, Ndidi ‘O e John Pointer, Ginger Leigh e Gustav Haggren; ospiti dal Texas, dal Canada, dalla Svezia, dal Galles. Su la testa non ha mai abbassato il tiro e non ha mai puntato a ospiti banali cercando sempre il giusto equilibrio tra cultura, divertimento e socialità.

Il nostro obiettivo dichiarato è fornire anche alla Provincia la voglia e la speranza di non essere periferia dei percorsi culturali e musicali di qualità fornendo anche qui gli strumenti critici e conoscitivi per sviluppare un proprio gusto personale demassificato.

Si passerà dal nuovo concetto di musica classica dei Gnu Quartet al rock d’autore di Dellera, dalla nuova tendenza confidenziale di Mauro Ermanno Giovanardi alla voce angelica di Chiara Canzian, dalla rivelazione ligure Chiara Ragnini al pop frizzante di Amelie, dall’affiatamento sbarazzino dei Selton alla raffinata ironia della Banda Elastica Pellizza, dal country folk della statunitense Tori Sparks alle atmosfere rarefatte del progetto Discoverland di Pier Cortese e Roberto Angelini e senza dimenticare il divertente folk dei Sans Papiers.

Tre giorni di un festival in cui la musica è cuore pulsante e energia pura nell’aria. Un’atmosfera elettrica, carica, piena di propositi e di futuro.

Intorno alla musica nel tempo sono cresciute attività collaterali; il teatro, quest’anno curato dalla scuola di recitazione di Enrico Aretusi della Valigia del Comico; l’arte, la fotografia, la multimedialità.

Succosissima la novità di quest’anno con l’apertura al cinema e la presenza in sala e in un apposito incontro organizzato per sabato alle ore 17 a Palazzo Scotto Niccolari di Adriano Sforzi, regista ingauno di adozione e recentissimo vincitore del David di Donatello per il suo cortometraggio “Jody delle giostre”.

Non sarà trascurata l’attualità con il caso di Tomaso ed Elisabetta, la difficile situazione del Brixton, iniziative a sostegno degli alluvionati e le iniziative delle associazioni ingaune.

Il Festival conta sul patrocinio di Regione Liguria, Provincia di Savona e Comune di Albenga ma si regge solo sulle proprie forze e sul sostegno della credibilità acquisita presso gli sponsor locali, spesso anche piccoli negozi, che non hanno mancato di sostenere un azzardo tanto meritevole.

Come in tutte le migliori rassegne non mancherà un animatissimo dopo festival.

Scenografia, regia, animazione e presentazione dello spettacolo sono affidati ai ragazzi dell’associazione che prestano gratuitamente e volontariamente la propria passione e il massimo impegno senza scopo di lucro e divertendosi.

Non ho parole per ringraziare tutte le persone che hanno avuto anche un solo gesto di rispetto o attenzione per i nostri sforzi.

SU LA TESTA A TUTTI!!!

SERGIO PENNAVARIA VINCE IL CONTEST !!!!


Un contest di livello ha anticipato il festival che si apre domani sera all'Ambra.
Ogni serata ha vissuto una propria atmosfera e in più occasioni si è formata una ottima interazione tra artisti e pubblico.
L'evento, organizzato dal Circolo Brixton presso il Punto di incontro Italo Calvino di Loano, si è svolto in quattro serate domenicali
in cui si è respirata a pieni polmoni l'atmosfera di confronto e convivialità che nulla ha lasciato a competitività e tensioni che sarebbero state fuori luogo.
Sono state molto apprezzate le radici folk americane dei fratelli Oliveri che avevano già partecipato al contest qualche anno fa ed hanno dimostrato una sicura crescita soprattutto dal punto di vista dell'essenzialità e riconoscibilità della loro musica.
I Cabbage Cafè, divertenti e ironici al punto giusto, hanno dimostrato un ottimo equilibrio sul palco e una buonissima interazione; a volte corrosivi a volte ammiccanti hanno strappato la giusta dose di riflessione e di sorrisi tra il pubblico.
Eugenio Ripepi, di cui si apprezza l'ottimo cd di esordio, seduto sulla sedia ha una maturità espressiva sicura e una suggestiva presenza scenica frutto di anni di teatro. Infatti Eugenio è un artista a 360 gradi e, tutti siamo convinti, di grande futuro.
Gli Edgar Cafè probabilmente sono stati il gruppo che, in questo contest, più ha osato in termini di ricerca e orizzonti musicali. Una grande chitarra ha ben definito le coordinate della band che è in linea con le migliori suggestioni delle musica internazionale. Anche loro hanno un disco bellissimo e ben strutturato.
Alex Bartolo, cantautrice brianzola di casa in Liguria, voce eterea e sospesa, chitarra semplice e diretta, ha ammaliato con le sue canzoni, specchio di un individualità a volte tormentata ma sempre lucida e originale sorretta da testi molto interessanti.
Michele Savino scorrazzando sul pianoforte a tutte le velocità è piaciuto per la verve e il carattere dei suoi pezzi ben suonati e ottimamente strutturati con molti cambi di ritmo che stimolano il buon umore; la sua performance è stata indimenticabile.
La Grockbanda, combo incredibile tra musica, circo e teatro, ha fatto un trambusto memorabile con suoni allucinanti e meravigliosi. Una esibizione davvero diversa e fantasmagorica.
Alla fine, sul filo di lana, il contest sentito il parere dei ragazzi del Brixton e del Calvino, se l'è aggiudicato Sergio Pennavaria. Il cantautore di origine siciliana, sorretto da una fantastica band ha coinvolto tutti e sicuramente il suo disco "Senza lume a casaccio nell'oscurità" uscito in questi giorni potrà essere un grande rivelazione. Tutto ha convinto di questi ragazzi dalla voce ai testi alle canzoni e senza trascurare la presenza scenica sul palco.
Tutti queste band e questi artisti meriterebbero il palco dell'Ambra ma sicuramente meriterebbero più spazi per potersi esprimere e lasciarsi apprezzare. L'associazione culturale ZOO è orgogliosa di averne creato uno e spera di essere stata da stimolo ed energia.
Ora comincia Su la testa.

domenica 20 novembre 2011

Un SU LA TESTA CONTEST di qualità



Nelle suggestive sale del Punto D’Incontro Italo Calvino a Loano, in collaborazione con il Circolo Brixton di Alassio continua la rassegna è cominciata la rassegna SU LA TESTA CONTEST. Con un breve discorso tenuto prima dell’inizio delle esibizioni l’associazione culturale ZOO ha chiarito la natura non competitiva del contest che ambisce più che altro a fare il punto della situazione della musica autoprodotta in Riviera. Partecipando alle serate è possibile avere i biglietti a prezzo scontato e si può dare un’occhiata ai tanti talenti che stanno crescendo nelle nostre zone e non trovano uno spazio dove esprimersi.

In particolare la prima Domenica ha visto esibirsi i fratelli Marco e Andrea Oliveri e i Cabbage Caffè mentre Domenica scorsa sono intervenuti gli Edgar Cafè e Eugenio Ripepi.

E’ stata una grande serata di musica. Ripepi ha mostrato un’intrigante presenza scenica, testi intelligenti e un ottimo amalgama espressivo realizzato tramite l’intesa con Lorenzo Lajolo al basso e Simone Mazzone alla chitarra.

I pezzi sono molto interessanti e trattano di economia, sociale e affetti con la stessa ironia e acutezza.

Poi è stata la volta degli Edgar Cafè che hanno invece sciorinato un repertorio molto più legato a sonorità internazionali; in particolare i crescendo e le trame musicali hanno saputo entusiasmare e convincere. I testi visionari e una chitarra tagliente e precisa hanno architettato una dimensione sonora davvero imponente e promettente.

In sintesi una serata davvero ben riuscita finta tra grandi abbracci tra pubblico e artisti.

Il contest continua questa domenica con una delle serate più attese: Da Imperia arriverà la GrockBanda mentre in rappresentanza di un mondo cantautorale in continua evoluzione da Savona sarà la volta di Sergio Pannavaria, fresco di disco d’esordio.

L’appuntamento è al Circolo Arci Punto d’Incontro Italo Calvino di Loano dalle ore 22.

Nel frattempo presso la Libreria san Michele in Via Ricci ad Albenga, proseguono a buon ritmo le prevendite per i biglietti del Festival Su La Testa che si terrà all’Ambra nei giorni 1 2 e 3 Dicembre alle ore 21 con un programma ricco di grandi artisti come Mauro Ermanno Giovanardi, Dellera & D’Erasmo ( Afterhours ), Gnu Quartet, Chiara Canzian e altri.

Presto i biglietti saranno in vendita anche presso la Casa del disco di Alassio. Naturalmente non esistono costi di prevendita.

Una notizia importante; per motivi organizzativi l’attesa performance di Dellera ( con special guest Rodrigo D’Erasmo, violino ) è stata anticipata a Giovedì 1 Dicembre mentre la cantautrice americana Tori Sparks suonerà il giorno successivo.

Partito il SU LA TESTA CONTEST!



Nelle suggestive sale del Punto D’Incontro Italo Calvino a Loano, in collaborazione con il Circolo Brixton di Alassio continua la rassegna è cominciata la rassegna SU LA TESTA CONTEST. Con un breve discorso tenuto prima dell’inizio delle esibizioni l’associazione culturale ZOO ha chiarito la natura non competitiva del contest che ambisce più che altro a fare il punto della situazione della musica autoprodotta in Riviera. Partecipando alle serate è possibile avere i biglietti a prezzo scontato e si può dare un’occhiata ai tanti talenti che stanno crescendo nelle nostre zone e non trovano uno spazio dove esprimersi.

In particolare la prima Domenica ha visto esibirsi i fratelli Marco e Andrea Oliveri e i Cabbage Caffè.

E’ stata una bella serata di musica. I fratelli savonesi hanno puntato forte sull’intensità espressiva e hanno optato per una canzone di forte richiamo americano affrontando i temi del lavoro e dell’orgoglio. In particolare è piaciuta l’affilata chitarra mai banale che sottolineava precisa i testi appassionati. La loro esibizione si è conclusa con una traduzione italiana di “Chelsea Hotel” di Leonard Cohen.

Poi è stata la volta dei Cabbage Cafè che hanno invece sciorinato un repertorio molto italiano e legato all’attualità. Liriche ironiche e intelligenti sorrette dalla voce profonda di Dario Desiglioli e alleggerite dai misurati e quanto mai graditi interventi vocali di Cristina Sala. hanno divertito la platea. Il basso elettrico, suonato da Andrea Paolillo , si agitava insieme a una grancassa personalizzata creando una buona sinergia a vantaggio della fruibilità dei testi e senza far rimpiangere i set completi di batteria. Tutti hanno apprezzato il carattere sbarazzino e gli arrangiamenti originali del trio imperiese.

Il contest continua questa domenica con una delle serate più attese: Da Genova arriveranno gli Edgar Cafè e da Imperia il cantautore Eugenio Ripepi. Entrambi hanno un curriculum importante e pieno di partecipazioni importanti, premi e segnalazioni.

L’appuntamento è al Circolo Arci Punto d’Incontro Italo Calvino di Loano dalle ore 22.

Nel frattempo presso la Libreria san Michele in Via Ricci ad Albenga, proseguono a buon ritmo le prevendite per i biglietti del Festival Su La Testa che si terrà all’Ambra nei giorni 1 2 e 3 Dicembre alle ore 21 con un programma ricco di grandi artisti come Mauro Ermanno Giovanardi, Dellera & D’Erasmo ( Afterhours ), Gnu Quartet, Chiara Canzian e altri.

Presto i biglietti saranno in vendita anche presso la Casa del disco di Alassio. Naturalmente non esistono costi di prevendita.

Una notizia importante; per motivi organizzativi l’attesa performance di Dellera ( con special guest Rodrigo D’Erasmo, violino ) è stata anticipata a Giovedì 1 Dicembre mentre la cantautrice americana Tori Sparks suonerà il giorno successivo.

mercoledì 26 ottobre 2011

IL PROGRAMMA DI SU LA TESTA 2011

Ufficiale il programma di Su La Testa 2011!!!

Ecco il programma ufficiale dell’atteso festival che si svolgerà nelle serate dell’ 1, 2 e 3 Dicembre 2011 al Teatro Ambra di Albenga alle ore 21.

Le scelte artistiche danno ancora volta spazio alla qualità musicale e rivelano quanto il festival ingauno ci tenga a rimanere nell’ambito dei più importanti discorsi artistici nazionali; il gusto e la competenza dell’associazione culturale ZOO, organizzatrice della manifestazione, si sono già mostrati chiaramente quando l’anno scorso hanno permesso al fortunato pubblico presente di scoprire l’incontenibile talento di Raphael Gualazzi diversi mesi prima che l’Europa e Sanremo potesse ammirarne le doti.

In questo piccola grande rassegna le esibizioni sono sempre uniche e difficili da dimenticare: tra tutte ricordiamo la straordinaria perfomance di una indiavolata Ndidi ‘O con tutta la band o le magie virtuosistiche ed atletiche dell’incredibile John Pointer o ancora il duetto piano voce che ha svelato le strabilianti possibilità vocali di Meg quando non sono costrette dagli schemi dance e soprattutto Paola Turci che, sola con la sua chitarra, regalò una delle esibizioni più particolari ed intense.

Gianmaria Testa, Baccini, Pippo Matino con Silvia Barba,Vittorio De Scalzi, Ginger Leigh, Ginevra di Marco sono altri artisti che hanno dato lustro al festival nel corso delle cinque edizioni trascorse.

La sesta edizione comincerà con il botto; infatti Giovedì 1 Dicembre sul palco dell’Ambra saliranno i GNU QUARTET, virtuosissimo quartetto che riproduce musica moderna con strumenti da camera. Già protagonisti di numerose trasmissioni hanno calcato palchi importanti come quello del Festival di Sanremo e del Primo Maggio a Roma. Le loro sfiziose esibizioni ridefiniscono il concetto di versione strumentale e sanno unire il gusto classico alle migliori attitudini rock e d’autore. Altri ospiti della serata saranno il combo brasiliano dei SELTON. I quattro simpaticissimi ragazzi che suonavano per le strade di Barcellona le canzoni dei Beatles in brasiliano sono poi sbarcati in Italia dove hanno cominciato a mettere su un repertorio goliardico che riadattava nella loro lingua le irresistibili canzoni di Jannacci e Cochi e Renato. Le loro entusiasmanti performance dal vivo li hanno resi famosi e sono stati ospiti di trasmissioni importanti di reti nazionali come “Stiamo lavorando per noi “ o “Scalo 76”. Oltre alla premiazione della band che si assicurerà il Su la testa contest nella stessa serata sbarcherà ad Albenga la cantante americana TORI SPARKS, che presenterà alcuni brani dal suo quarto album “Until morning/Come out of the dark”; la sua presenza rappresenta il legame stretto e ormai storico che la rassegna ha ormai anche con la musica di oltre oceano.

La serata di Venerdì 2 porterà invece sul palco dell’Ambra MAURO ERMANNO GIOVANARDI. Il cantante dei La Crus che ha incantato all’ultimo festival di Sanremo con il brano “Io confesso” verrà con una band di ben 7 elementi a presentare la sua storia musicale che ha preso rinnovato slancio dal cd “ Ho sognato troppo l’altra notte?” inserito tra i migliori album dell’anno dalla giuria del Tenco. Sullo stesso palco quella sera salirà sul palco una delle voci più dolci del panorama musicale italiano: CHIARA CANZIAN, figlia d’arte, già protagonista anch’essa di appuntamenti importanti come festival di Sanremo e Amiche per l’Abruzzo. La west coast musicale sarà rappresentata dalla rivelazione ligure CHIARA RAGNINI, finalista del Premio Donida e protagonista di uno dei video musicali più visualizzati su internet. La splendida serata è completata da DELLERA, eccezionalmente accompagnato da Rodrigo D’ERASMO, di fatto basso e violino degli AFTERHOURS. Roberto Dell’Era, in arte Dellera, dopo anni sui palchi della migliore musica alternativa italiana, ha appena sfornato il suo primo disco, opera personale che contiene canzoni di indubbia personalità e consistenza. La critica ha accolto benissimo questo lavoro e questa esibizione sarà sicuramente una delle chicche del festival.

Infine Sabato ci sarà il grande finale del festival: due tra i più apprezzati cantanti e chitarristi della scena indie italiana, PIER CORTESE e ROBERTO ANGELINI, presenteranno il loro progetto di rilettura della canzone d’autore dal nome DISCOVERLAND; la loro performance si preannuncia da brividi con la fusione delle loro voci amalgamate da una slide guitar strabiliante nella scomposizione dei capolavori della musica italiana . Nella stessa sera la nuova promessa del pop, AMELIE, proporrà la sua musica fresca mitigata dal calore della sua voce; le canzoni ironiche e intriganti stanno portando su tutte le radio l’irresistibile singolo “Je suis Amelie”. Sarà poi la volta della simpatia contagiosa di una scatenata band piemontese che risponde al nome di LES SANS PAPIER. Completa il cast del festival una delle band migliori del panorama nazionale, la BANDA ELASTICA PELLIZZA. Questa band può annoverare nel carnet dei suoi riconoscimenti la targa Tenco miglior autore emergente, premio rivelazione indie al Meeting delle Etichette indipendenti e ha partecipato al tributo a Fabrizio De Andrè su Radio Uno.

A ribaltare il senso delle serate provvederanno gli interventi di carattere teatrale curati da “La Valigia del Comico” che presenterà gli allievi della scuola di recitazione.

Naturalmente l’associazione si riserva come ogni anno di arricchire il cast all’ultimo momento con succulente sorprese ed è confermato l’animato dopo festival nella rinomata cornice di Palazzo Scotto Niccolari dove tra installazioni artistiche e qualche buon cocktail sarà possibile venire a contatto diretto con i fautori di questa incredibile tre giorni che coinvolge tutto il centro storico.

IN SINTESI

CINEMA TEATRO AMBRA

ALBENGA

ORE 21

GIOVEDI’ 1 DICEMBRE

GNU QUARTET

SELTON

SU LA TESTA CONTEST

TORI SPARKS

VENERDI 2 DICEMBRE

CHIARA CANZIAN

CHIARA RAGNINI

DELLERA (Afterhours)

MAURO ERMANNO GIOVANARDI

SABATO 3 DICEMBRE

AMELIE

BANDA ELASTICA PELLIZZA

DISCOVERLAND ( Roberto Angelini – Pier Cortese )

LES SANS PAPIER

INCURSIONI TEATRALI La Valigia del Comico

domenica 16 ottobre 2011

SU LA TESTA CONTEST!!!!

A causa delle tristi vicende che hanno portato al sequestro preventivo del circolo Brixton il SU LA TESTA CONTEST si sposterà al CIRCOLO ITALO CALVINO a Loano, sempre di Domenica a partire dal 30 Ottobre.
Prima di tutto solidarietà al Circolo Brixton con i migliori auguri che sia si nuovo consentito a un circolo così benemerito di esprimere alternativa, cultura e aggregazione a dispetto di questa politica così restrittiva e ristretta.
Detto questo siamo orgogliosi di collaborare con il Circolo Calvino che con la stessa passione e competenza è cuore dell'iniziativa musicale della west coast!
Presto il programma con i gruppi !!!


martedì 11 ottobre 2011

SU LA TESTA 2011



Albenga

Teatro AMBRA 1 2 3 DICEMBRE




Ufficiali le date del Festival di Albenga.

Si svolgerà infatti nei giorni 1, 2 e 3 Dicembre 2011 la rassegna organizzata dall’associazione culturale ZOO.

Dopo l’importante successo dell’anno scorso e la partecipazione di artisti del calibro di Baccini, Raphael Gualazzi, Meg, Paola Turci, Ndidi O e Gianmaria Testa c’è grande attesa per il cartellone di quest’anno.

Gli organizzatori promettono un’ulteriore salto di qualità e un’ulteriore arricchimento artistico e novità organizzative oltre alla partecipazione di artisti internazionali e del meglio delle nuove proposte in ambito musicale.

Lo splendido Palazzo Scotto Niccolari sarà per tre giorni la sede dell’associazione e l’epicentro dell’animatissimo dopo festival ; inoltre quest’anno si arricchirà di eventi molto particolari come mostre e ambienti appositamente studiati per l’occasione.

Confermatissimo anche l’appuntamento pre - festivaliero del “Su la Testa CONTEST” che si svolgerà dal 30 Ottobre per tutto il mese ogni domenica fino al festival .

Il Circolo arci Brixton è da anni imprescindibile realtà musicale rivierasca e basandosi sulla volontarietà dei propri soci da anni svolge un impegno riconosciuto per la promozione artistica e l’impegno nel sociale.

In questo spirito di collaborazione e stima reciproca il “SU LA TESTA Contest” è rassegna di band e cantautori, espressioni del territorio, tesa più a valorizzare le interessanti e sottovalutate realtà musicali autoctone che ad assumere i connotati scontati e competitivi dei vari concorsi musicali .

L’anno scorso lo spirito del contest è stato compreso appieno e le serate hanno coinvolto tutti dando modo di conoscere proposte interessanti che hanno legato e stanno legando per tenere in piedi la bistrattata bandiera della musica “live” ligure; alla fine il premio è andato al talentuoso cantautore genovese Mauro Cipri.

Confermate anche le incursioni di carattere teatrale che destabilizzeranno le serate. In linea con le linee guida di SU LA TESTA tra i vari artisti non c’è una continuità di genere ma anzi una vera e propria diversità collegata e unita solo dal criterio della qualità. Il senso è uscire dalla didascalia musicale per proporre il meglio e dare alla gente tutte le coordinate utili e necessarie per formare delle vere e proprie scelte musicali personali.

Il programma del festival diventerà ufficiale all’inizio di Novembre.

Aggiornamenti e info sul contest sul sito http://zoo.albenga.com .

Su la testa 2011

Is coming!!!!!!!!!

lunedì 6 dicembre 2010

SU LA TESTA 2010

E' finito un altro weekend e piove.
Piove come dopo i weekend quando è inverno. Piove e ingrigisce tutto.
Eppure è appena finito un fine settimana molto speciale.
E' appena finito SuLaTesta2010.
Ho pianto troppo, ma non si piange mai poco. E ho riso tantissimo, più di quello che si può quando si è il Presidente.
Ma il Presidente di che?
Un bel presidente del casso,direbbe il buon Bobo Rondelli. Però comunque il timoniere di un'arca di animali che cerca di salvarsi dal diluvio di ovvio che ormai sale da ogni falla e ricopre il mondo conosciuto. Il Presidente dello Zoo.
Io non so se riusciremo anche il prossimo anno a fare SU LA TESTA.
Ma so che siamo riusciti per la quinta volta a migliorarci.
E non parlo solo del Festival. Parlo anche di noi come persone.
Come amici e come abitanti di questa città.
Il primo ringraziamento va agli artisti. Musicisti veri in ogni senso che si sono saputi calare con professionalità e calore nella nostra piccola realtà lasciandosi esaltare e mostrando in ogni momento simpatia e voglia di contatto. Penso che la musica per salvarsi debba creare l'adeguata interazione con chi va a un concerto e con chi organizza. Questo è lo spirito del Festival e questo si è realizzato.
Poi voglio ringraziare il pubblico dell'Ambra; persone sempre attente ma mai fredde. Gli artisti sono entusiasti dell'atmosfera che riuscite a creare.
Ringrazio anche l'Amministrazione comunale che non si è fatta neppure vedere ma che in qualche modo ci ha sostenuto e aiutato, la Provincia di Savona, la Regione Liguria e la cooperativa Jobel con la quale cominceremo un discorso di collaborazione nel recupero di persone svantaggiate.
Ringrazio la Palazzo Oddo che si è dimostrata subito disponibile e aperta ad ogni forma di collaborazione che speriamo si possano concretizzare.
Ringrazio la gestione di Palazzo Scotto Niccolari nella persona di Diego Delfino che davvero è per noi un mito di gentilezza e collaborazione.
Ringrazio Pupi Bracali per le mitiche copertine dei vinili esibite a Palazzo Scotto, Roberto Lafornara in arte Lafoz per la mostra "Più pop che art" e Nicolò Puppo per "Pelle".
Ringrazio infine il cinema Ambra che è sempre più indispensabile a questa città pregandovi di sostenere tutto il cinema e teatro di qualità che questo mitico posto preserva.
Ringrazio le associazioni di Albenga, che ormai hanno cambiato questa città, rendendola la prima della Liguria a mio parere per iniziativa e risultati.
Ringrazio Fabio Vosilla e Consuelo Ielo per le ore passate a curare la presentazione.
E Consuelo Ielo anche per le notti a definire la grafica. Eroica!
Ringrazio Pupi Bracali, Mariachiara Colli, Elena Ghigliazza, Emanuela Miolla e Raffaella Verga per avere scritto dei pezzi bellissimi per il teatro.
Ringrazio i Paratisti lariani e la Valigia del comico per le incursioni teatrali, spiazzanti e interessanti.
Alessandro Mazzitelli,per il service, Emanuele Gianeri per la collaborazione.
I B&B Artemisia, Torre Cepollini, San Teodoro, La Fata Verde, La Casa particular e soprattutto l'Hotel Marisa di Albenga
I ristoranti Sutta Cà, Sotto il, Il Candidato e Osteria da Puppo.
Silvia Bertini e lo staff del Caprice per il dopofestival e l'assistenza rock n roll!

Un discorso che va molto oltre il ringraziamento va alle persone dello staff; siete persone meravigliose che considero un tesoro immeritato per i miei modi e le mie pretese.
Spero che questo festival vi abbia dato il senso della nostra amicizia e la possibilità di scoprire quanto grandi potete essere.
Grandi artisti vi apprezzano e gli artisti sono specialisti della bellezza.
Io non scorderò mai la fatica e la passione di Alessandro Borea,Elena Ghigliazza, Consuelo Ielo e Gabriele Puggelli che hanno fondato questa associazione e questo festival e ne rappresentano in pieno lo spirito e il talento umano da cinque edizioni.
Ne' posso dimenticare Francesca Picasso che è stata sempre presente nonostante il pesante esame che l'aspetta la settimana prossima. Ha tolto ogni cosa a se stessa per dedicarsi a Su La Testa e allo studio e basta.
O Fabio Vosilla e Giusi Rossi, sempre pronti e disponibili;
Davide Siffredi e Martina Frisiani: Davide, l'uomo dei toast! e tuttofare del gruppo, e Martina che già il primo giorno del festival era triste perchè tra tre giorni sarebbe finito tutto.
Marco Cannata che sembra zitto e lontano ma è una colonna portante dell'associazione!
Rachele Fantino che tra mille impegni ha ritagliato tre giorni per essere insostituibile.
Anna Tagliasacchi,Laura Lamberti, Giorgia Piras,Simona Morano e Manuela Bruno che (oltre ai toast) oltre ad essere nuovi acquisti naturali dell'associazione per la loro simpatia e capacità hanno saputo inserirsi meravigliosamente apportando così tante qualità al gruppo da divenirne imediatamente ruoli centrali e già determinanti.
Carlo Geddo e Maurizio De Palo per l'assistenza tecnica sul palco.
Binello a cui purtroppo un po' di sfortuna ha rovinato il festival, ma che si rifarà,oh se si rifarà...
Sabrina Bonanato e Marzia Mascolo che avevano cominciato con noi ma poi ...e aspettiamo per il prossimo anno.

E Giulia Odasso, simbolo di SU LA TESTA nel mondo, bandiera di un modo migliore di essere amici e apprezzare la musica.

SU LA TESTA è vessillo pirata dell'aprire la mente e osare orizzonti.

E ora che piova quanto cazzo vuole.

mercoledì 24 novembre 2010

Su la testa contest! Mauro Cipri selezionato per salire sul palco dell'Ambra!


Tre domeniche come si deve per gli amanti della musica al mitico Circolo Arci Brixton di Alassio!
Intanto due parole di ringraziamento davvero sentite per questo circolo che davvero è il baluardo della musica live della Riviera.
Problemi burocratici hanno tolto a noi e agli appassionati il Raindogs di Savona e così il circolo alassino è rimasto l'unico luogo dove con coerenza,pochi soldi e tanta passione viene spesso lasciato spazio a chi fa musica propria. Quindi anche nell'attesa e nella speranza di veder risorgere il Raindogs lunga vita agli splendidi ragazzi del Brixon che ci hanno accolto con la solita competenza,cortesia e "spirito".
In questo contesto si sono esibiti i Guignol da Sanremo; la band ha proposto un set acustico particolarmente interessante. Deviazioni rock e derive psichedeliche con gusto da vendere. Un dolcissimo violoncello a tessere fitte trame dalle quali con voce seghettata far sgorgare sogni obliqui poco tranquillizzanti ma molto coinvolgenti. La loro musica è chiaramente orientata verso un pubblico internazionale ma è stato davero bello fluttuare tra le pastellate onde dellle loro traversate.
I De Slivers sono stati invece il gruppo che più ci ha divertito in assoluto. Stacchi,gag,testi irriverenti,presenza scenica incontenibile e un allegro rock venato di postpunk e di pomodori,polvere,blues e catarro.
Il loro set è stato indiavolato e ha messo a tutti voglia di correre a pulire la cantina per fondare una band!
Vengono da Andora e davvero possono arrivare ovunque se mantengono il loro atteggiamento.
I genovesi Almeno il doppio hanno dimostrato un ottimo gusto compositivo e una bella attenzione per i dettagli. I pezzi sono molto gradevoli e la presenza scenica soprattutto del cantante ottima.
Piace il loro rock sinceramente nuovo, contaminato al punto giusto, con ragguardevoli cambi di intensità e piacevoli morbidezze improvvise che hanno sostenuto un'esibizione senza cali.
I Subbuglio hanno subito dato una sferzata di energia incredibile. Su un rullante secco e deciso cinque musicisti, uno più bravo dell'altro hanno tirato fuori ogni goccia della loro succosa musica.
Una musica piena, pienissima, con qualche venatura anni 80 forse, ricolma di spunti da diversi generi. Questa è una band che spacca davvero anche se forse l'ambiente piccolo e rimbombante ha un po' penalizzato i testi che comunque risentiti per esempio nel video "E' la storia" dimostrano maturità e consapevolezza.
Alla fine dopo non pochi ripensamenti abbiamo però pensato di premiare il cantautore Mauro Cipri che ci ha impressionato per l'abilità con cui ha saputo andare oltre il ruolo classico con cui si è presentato. Già un cantautore che si presenta con brani anche strumentali dimostra di iscriversi alla categoria post cantautorale andandovi assolutamente oltre e ponendola sotto nuove prospettive. Crediamo ci sia bisogno di confondere i ruoli ed uscire dalle etichette e che Mauro esprima questo concetto con le sue note ipnotiche.
Quindi sarà lui dopo il Ponte di Zan ( 2008) e i Three Fingers guitar ( 2009) a rappresentare la musica che gira intorno a Su la testa.
Noi facciamo sempre presente che il contest rappresenta solo uno spazio, uno dei pochi, per esprimersi. Non ci interessa tanto premiare qualcuno e tantomeno guadagnarci qualcosa. E siamo sinceramente convinti che la competizione non debba appartenere al mondo della musica. Proprio per questo abbiamo molto apprezzato lo spirito con cui tutti hanno partecipato. Ma vogliamo che un teatro pieno di gente sappia che c'è gente che si sbatte per esprimere il proprio talento e trova solo grandi muri e avare possibilità. Vogliamo che la gente si renda conto che non è che se uno è bravo finisce in tv o nelle riviste di gossip. E dare l'opportunità ogni anno di fare il punto della situazione live e poi scegliere un musicista o un gruppo in rappresentanza di un mondo che comunque continua a resistere nonostante non sia difeso da nessuno.

lunedì 15 novembre 2010

UFFICIALE IL PROGRAMMA MUSICALE DI SU LA TESTA 2010


SU LA TESTA 2010
Teatro Ambra Albenga
2 3 4 Dicembre 2010

GIOVEDI' 2 DICEMBRE 2010


FRANCESCO FORNI


STAVOLTA MIA MOGLIE MI MANDA A FUNK

VITTORIO DE SCALZI

SILVIA DAINESE



VENERDI' 3 DICEMBRE 2010


BOBO RONDELLI



PIPPO MATINO BASSVOICE PROJECT


GINEVRA DI MARCO


GINGER LEIGH



SABATO 4 DICEMBRE 2010

JOHN POINTER


RAPHAEL GUALAZZI


SAN LA MUERTE


VINCITORI SU LA TESTA CONTEST

giovedì 28 ottobre 2010

UFFICIALI LE DATE DI SU LA TESTA 2010 !

2 3 4 DICEMBRE 2010 !
PRESTO IL PROGRAMMA UFFICIALE

lunedì 7 dicembre 2009

sabato 5 dicembre 2009

OGGI GRAN FINALE DEL FESTIVAL !

GIANMARIA TESTA
ZIBBA & ALMA LIBRE
CLAUDIA PASTORINO
CLAUDIO BELLATO
LA VALIGIA DEL COMICO

venerdì 4 dicembre 2009

IERI GRANDE SERATA VI ASPETTIAMO STASERA !

PAOLA TURCI

COCKOO
JONO MANSON
LA COMPAGNIA DEL BARONE RAMPANTE
DOPO-FESTIVAL A PALAZZO SCOTTO

mercoledì 2 dicembre 2009

COMINCIA IL FESTIVAL !

SU LA TESTA 2009
STASERA ALL'AMBRA DI ALBENGA ORE 21
'NDIDI O
ANDREA PARODI
RON LASALLE
COMPAGNIA TEATRALE IL VAGONE DEL COMICO
DOPO-FESTIVAL A PALAZZO SCOTTO - NICCOLARI

I threefingersguitar VINCONO IL SU LA TESTA CONTEST !

La seconda serata del Festival è stata sicuramente molto umida. Una pioggia incessante e fastidiosa ha riempito le strade che ci portavano al Raindogs. Tanti amici non sono riusciti a venire. C'era davvero un tempo da lupi. Però una volta dentro il locale subito l'atmosfera si è riscaldata e ben presto con l'iniziare della serata sembrava la solita serata speciale al Raindogs.
Purtroppo giungeva la notizia che il valente gruppo dei Subbuglio, decimato dall'influenza, non avrebbe potuto partecipare.
I threefingersguitar sono un duo che da subito crea un atmosfera particolare. Quel po' di disturbo e di curiosità che nasce dall'organizzazione del rumore. Sono in due ma sul palco i suoni continuano a moltiplicarsi fino a colmare di sensazioni la sala ammutolita. La voce dopo l'adeguato prologo si insinua profonda in un'aria ormai liquida. A volte forse il gioco va addirittura troppo oltre ma il rischio della noia, insito in certi tipi di espressione musicale non si appalesa mai. Il set che va oltre i tenta minuti rimane assolutamente godibile e interessante. Di sicuro una ventata di psichedelia non fa mai male. Mantiene la musica un veicolo artistico inimitabile.
Il seconda artista in gara è Antonio Clemente, un cantautore prezioso e delicato; si presenta con una band arricchita dal violino assolutamente espressivo e preciso di Alice Nappi .
Il gruppo soffre un po' l'amalgama troppo recente della sua formazione ma riesce a sostenere adeguatamente i paesaggi sonori tratteggiati dai testi intriganti di Antonio.
C'è anche lo spazio per una cover di De Andrè ma secondo me il punto più intenso della performance rimane il duetto chitarra e violino di "Mediterraneo". Un brano bellissimo che contiene la costruzione e la struttura delle grandi canzoni; quei pezzi con tutte gli accordi e le parole al punto giusto.
Alla fine dopo una faticosissima unanimità si è dovuto arrivare ad una scelta e decretare un vincitore. Davvero tutti i partecipanti non avrebbero demeritato di essere premiati sul palco dell'Ambra e tutti sono stati seriamente presi in considerazione.
I threefingersguitar vincono quest'edizione. Abbiamo privilegiato il rischio, la ricerca di nuovi canali espressivi. E' stata dura ma alla fine siamo contenti della scelta. Tutti i musicisti che hanno partecipato saranno citati durante il festival e sempre saranno sostenuti dalla nostra associazione. Il contest rimane una non-gara; nessuno viene eliminato e la scelta è affidata a gente di cultura musicale varia. Non è in grado di bocciare nessuno e spero che tutti i partecipanti sentano la gratitudine di tutti i soci per aver potuto ascoltare canzoni originali e nuove di band e cantautori che stanno facendo una fatica inumana a trovare spazi adeguati per far ascoltare i propri pezzi.
I threefingersguitar ci hanno portato in un'altra dimensione. E nel premiarli abbiamo pensato a Frank Zappa che diceva non esserci progresso senza deviazione dalla norma .
Domani inizia SU LA TESTA , siete tutti invitati !

sabato 28 novembre 2009

IL PROGRAMMA DI SU LA TESTA !

Teatro Ambra
ALBENGA





GIOVEDI 3 DICEMBRE

Ron LASALLE

NDIDI 'O
ANDREA PARODI BAND


VENERDI 4 DICEMBRE
COCKOO

PAOLA TURCI

JONO MANSON

SABATO 5 DICEMBRE

GIANMARIA TESTA

CLAUDIO BELLATO

ZIBBA & ALMA LIBRE

CLAUDIA PASTORINO

lunedì 23 novembre 2009

E' PARTITO IL SU LA TESTA CONTEST !







La prima serata del Contest si è svolta domenica al Raindogs,sotto la supervisione tecnica del buon Zibba che ha fatto di tutto per rendersi disponibile verso le band invitate ed ha davvero fatto un buon lavoro permettendo agli artsiti di esprimersi con un buona resa tecnico-acustica dell'impianto.
Ad aprire il contest è stata la voce dolce e incantevole di Karen Ciaccia che ha subito messo in mostra il gusto per arrangiamenti sobri e semplici ma mai scontati. Personalmente ho apprezzato una voce sicura anche su altezze vertiginose e la tecnica sopraffina della band composta da Massimiliano Breveglieri e Sergio Russo. Forse un po' timide le percussioni di Marinella Avanzini che però ha sostenuto con bravura e personalità la voce suadente di Karen . In particolare mi è piaciuta l'attenzione dei testi per le sensibilità delle persone un pò diverse e il ritratto di una Genova notturna e poetica. Karen è un'artista da seguire che secondo me ha molti margini di miglioramento e forse c'è solo bisogno di dare ancora più energia per sottolineare certi passaggi anche se è apprezzabile la cura per non scadere nelle facili confusioni di tante band.
Dopo è toccato al cantautore storico di Albenga, Mauro Pinzone, ora leader degli Afka'r, che un po' per mettersi in gioco e un po' perchè da sempre attento a tutto quello che si muove in Riviera si è prestato volentieri a fare da riferimento per le giovani leve.
Il suo set, ironico e stralunato, comprende tutti i segni distintivi del classico cantautore nato nel posto sbagliato. Probabilmente le sua astrazioni introverse e i suoi percorsi asciutti e sinceri sarebbero molto più apprezzati nel disilluso panorama del miglior cantautorato americano; quello situato dalle parti di Neil Young per capirci. L'unicità di Mauro è da sempre il miglior pregio e il peggior limite della sua musica. Le canzoni scorrono via veloci e una voce volutamente dylaniata le incolla all'animo di chi le ascolta impigliando quei sentimenti vagamenti desertici e impolverati nella curiosità di ognuno.
A seguito di due performance così toccanti però si era un pò a corto di adrenalina e i CAP16100 hanno subito dato idea di cambiare il mood della serata. Una chitarra davvero elettrica, quella dell'ottimo Matteo Casu, ha subito inchiodato la voce potente di Matteo Conta sulle pareti del Raindogs propinando un'ottima miscela di rock e cantautorato che non è mai una ricetta semplice. Eppure i testi sono importanti e si applicano con equilibrio sulle dinamiche potenti della band genovese. Il basso di Andrea Grimaldo non da tregua alla melodia pompandola senza pietà e impedendo,grazie anche al supporto di Davide Bertoletti alla batteria, ogni minima possibile caduta di tono. Le canzoni impazzano vigorose e ci scappa pure il bis. Forse la voce a volte viene soffocata dall'impeto degli strumenti ma non va sottovalutato lo stato leggermente influenzale di Matteo.
Insomma, siamo solo alla prima serata, ma anche quest'anno la scelta del vincitore che verrà fatta dallo staff del Raindogs e dai soci storici dell'Associazione Culturale ZOO (no, niente giornalisti perchè se ne intendono un po' troppo più della gente) non si presenta per niente facile.
D'altra parte tutti sanno che il contest è più un punto della situazione piuttosto che una gara. Un momento per vedere nel locale punto di riferimento del Live in riviera cosa c'è di nuovo e di coraggioso. A questo proposito un grande grazie agli amici del Il Ponte di Zan, a Zazza, ai Venus in Furs,a Mauro Cipri e a tutti i concorrenti dell'anno scorso che sono tornati a trovarci e a sostendere le nuove band dimostrando di aver capito assolutamente lo spirito del Festival.
Ora l'appuntamento è per Domenica prossima quando si incroceranno le chitarre di Antonio Clemente, threelittlefingers e Subbuglio per un'altra grande notte di musica.
Su la testa a tutti!

venerdì 20 novembre 2009

PARTE IL SU LA TESTA CONTEST !







Finalmente ritorna il contest! Sei band tra le più interessanti del panorama musicale genovese ponentino si incontreranno presso il Circolo Arci Raindogs a Savona Domenica 22 e Domenica 29.

Tra di loro Karen Ciaccia, threelittlefingers,Subbuglio,Antonio Clemente e CAP 16100.

Il Raindogs è un po' il punto di riferimento per la musica live ponentina; una programmazione attenta e importante ne fa una tappa di assoluta rilevanza anche per i musicisti on the road da tutto il mondo. Un sodalizio e una collaborazione fattiva con l'Associazione Culturale ZOO si è dimostrata presto inevitabile ed infatti eccoci qui insieme a dare spazio e fiato a chi fa musica propria nel nostro non facile territorio.

Il contest non ha i connotati tipici del concorso; la competitività è tranquillamente lasciata fuori dalla porta e intende essere più un occasione di confronto che di gara. Lo spirito è stato compreso appieno con un'edizione 2008 assolutamente mitica vinta da Il Ponte di Zan con note di merito soprattutto per Valentina Amandolese e Zazza. Domenica 22 si torna con nuove proposte e nuove canzoni che verranno sottoposte all'apprezzamento dei membri dello ZOO e dello staff del Raindogs. I vincitori della rassegna saranno invitati a suonare nel palco dell'Ambra durante la rassegna SU LA TESTA e lì premiati.

Su questo sito avrete tutte le informazioni sull'andamento del contest a recensioni specializzate sulla loro muscia e le loro esibizioni. Chiunque può commentare e dare indicazioni per aiutare la variegata giuria ad addivenire all'ardua scelta.

I primi in gara nel circolo arci di Via Chiodo saranno Karen Ciaccia e i CAP16100. Venite a sostenerli.

SU LA TESTA !

venerdì 13 novembre 2009

SU LA TESTA 2009



Sempre più volutamente fuori stagione ritorna, nella sua quarta edizione, il Festival di Albenga organizzato al Teatro Ambra dall’Associazione Culturale ZOO. Il programma si inserisce perfettamente nel solco della tradizione di questa rassegna che valorizza giovani talenti, da spazio alla qualità e ficca il naso con ospitalità e curiosità nel meglio della musica internazionale di passaggio.
Il programma della rassegna, tra blues,rock,pop e canzone d’autore è come sempre variegato e di assoluta qualità. Le nere sonorità di Ndidi Onukwulu, rivelazione internazionale dalla voce intrigante e bellissima, considerata da molti erede di Billie Holiday, il rock nostrano del cantautore ponentino Zibba, le profondità irraggiungibili del grande Gianmaria Testa e le nuove canzoni di una delle grandi regine della musica italiana come Paola Turci sono forse le punte di diamante di una rassegna che però non perde verve e convinzione in ogni ospite del suo programma.
Ancora una volta il criterio che legherà le esibizioni sarà l’estrema qualità. Un obiettivo che i malati di musica dello Zoo grazie alla loro passione riescono sempre a centrare in pieno. Un festival dichiaratamente realizzato sottocosto,organizzando e valorizzando pregi e attitudini di un gruppo di ragazzi assolutamente non professionisti del settore che sono animati solo dalla voglia di riscatto civile del proprio ambito culturale.
I miracoli accadono e, nonostante la penuria di mezzi e alcune professionalità davvero inventate sul momento, il festival marcia come un orologio svizzero e si insedia tra le realtà più interessanti del settore riuscendo a creare per tutto il meraviglioso centro storico della città di Albenga una atmosfera davvero unica e coinvolgente.
Nello specifico nella serata di Giovedì 3 Dicembre oltre alla raffinatezza della succitata Ndidi ‘O si potranno apprezzare le sonorità soul e blues di Ron Lasalle, chitarrista cantante newyorchese trapiantato a Nashville che si può considerare un ottimo punto di incontro tra la musica nera e quella bianca, e la Andrea Parodi Band che ritorna a Su La Testa al completo e traboccante di esperienze nuove tra gli Usa e Cantù con nuove e importanti collaborazioni tra cui anche Massimo Bubola.
Venerdì 4 Dicembre ci sarà la possibilità di attraversare il cuore di una delle regine della musica italiana; Paola Turci in una suggestiva partecipazione, armata solo della propria chitarra e delle sue canzoni, è più abituata ai Festival di Sanremo ma probabilmente verrà traviata da questa nuova e fresca realtà festivaliera. Ma la stessa sera non tralasciate di regalare la vostra attenzione ai Cockoo, band piemontese rivelazione del pop rock italiano, che giungerà dopo un’edizione del MEI vissuta da protagonisti, e alla indiavolata chitarra blues di Jono Manson, vero e proprio bluesman sempre on the road tra Usa ed Europa.
Il gran finale del Festival, Sabato 5 Dicembre, è affidato alla voce profonda e alle canzoni uniche di Gianmaria Testa,anche lui in versione “nuda”, chitarra e voce contro tutti, per una mezzora buona di grande canzone d’autore, che, per una sera, farà somigliare il buon vecchio teatro Ambra addirittura all’Olympia di Parigi. La serata non si limita peraltro al suo ospite d’onore ma è ricca di altri spunti di assoluta qualità a partire dai virtuosismi del chitarrista Claudio Bellato, mago della acustica e compositore capacissimo per arrivare a Claudia Pastorino, esponente di spicco del cantautorato genovese, ma con il valore aggiunto e speciale di essere profondamente donna nel suo punto di vista. In lei si sente tutto l’orgoglio e la passione sempre pregna di disillusione della donna ligure. Zibba rappresenta un po’ il punto di ripartenza della musica ligure; la sua evoluzione costante, il suo approccio assolutamente nuovo verso pubblico e arte musicale, ne fanno un punto di riferimento e una grande speranza di riportare sincerità espressiva e artisticità nel mondo plasticoso della “musica” dominante.
Su la testa 2009 si evolve comunque in tutti i suoi aspetti e pertanto cresce e si espande ad ogni livello anche nella sua parte dedicata al teatro. Gli attori delle compagnie teatrali de “La valigia del Comico” di Albenga e “Il barone rampante” di Borgio Verezzi, sono chiamati ad una sfida assolutamente intrigante e si impegnano su testi scritti anche da autori non professionisti. La pagina di diario, il monologo, lo sfogo dello studente o la pagina buttata giù dall’impiegato sono state sottoposte alle attenzioni degli attori. E ora diventeranno parti recitate su un palco di teatro. Il massimo dell’interazione tra pubblico e palco. Un concetto assolutamente valorizzato dallo Zoo.
Il centro storico sarà perfettamente tirato a lucido nel periodo del Festival e si prevedono iniziative collaterali a supporto della rassegna tra cui un vivacissimo dopo festival presso Palazzo Scotto Niccolari .
Durante la rassegna verranno anche premiati i migliori talenti del Su La Testa Contest che si svolgerà al Circolo Raindogs di Via Chiodo a Savona. L’anno scorso vinse la band savonese de Il Ponte di Zan.
La rassegna è legata alla città e durante il periodo del Festival sono previste facilitazioni per la visita dei musei e dei Palazzi storici del Centro Storico mentre gli esercizi commerciali intraprenderanno iniziative legate alla cultura, alla musica e all’ospitalità .
Inoltre, legato al Festival, ci sarà il consueto vivace dopo-festival quest’anno nella splendida cornice di Palazzo Scotto Niccolari , meravigliosa dimora risalente al XIV secolo.
Ogni novità legata al festival e al SU LA TESTA CONTEST che rappresenta un vero e proprio pre-festival sul sito dell’associazione http://upyourhead.blogspot.com/ .
I biglietti sono in prevendita presso la Libreria San Michele in Via Episcopio nel Centro Storico di Albenga; in ogni caso per i biglietti è possibile reperire informazioni presso il Teatro Ambra e presso zoo@albenga.com .

lunedì 5 ottobre 2009

SU LA TESTA 2009 !

Sono state decise le date della quarta edizione di SU LA TESTA. La rassegna di musica e teatro organizzata dall’Associazione Culturale Zoo di Albenga si terrà nei giorni 3,4 e 5 Dicembre 2009 presso il cinema teatro Ambra di Albenga.
Gli organizzatori confidano di continuare il percorso di crescita della rassegna ormai stabilmente inserita tra le realtà più interessanti. La scorsa edizione ha consacrato la manifestazione grazie anche alla partecipazione di artisti di caratura nazionale e internazionale come Francesco Baccini e John Pointer.
Le promesse saranno mantenute anche quest’anno; pertanto non mancheranno artisti internazionali e nomi di spicco affiancati dalle realtà più interessanti del panorama musicale autoctono.
Inoltre anche quest’anno ci saranno le spiazzanti incursioni di carattere teatrale curate da attori di diverse compagnie locali; l’intento è di creare la maggiore interazione possibile tra il pubblico e gli artisti permettendo a tutti di mettersi completamente in gioco.
La rassegna negli anni ha anche portato avanti un’intrigante tradizione di esibizioni last minute e a sorpresa che non verrà tradita neppure in questa edizione.
Sono allo studio diverse iniziative collaterali alla manifestazione che verranno rese note quanto prima possibile.
Presto il programma ufficiale!

mercoledì 18 marzo 2009

IL PONTE DI ZAN al "PRINCIPE DEL FOLK"


Continua la rassegna "Il Principe del Folk" ed è la volta di un gruppo straordinario: Il Ponte di Zan.
Adoro la loro musica evocativa, punto di incontro tra generi,storie e voci.
Vengono da Savona e sono probabilmente, direi insieme ai Gosh, la proposta più interessante del momento nell'ambito della West Coast music.
I ragazzi dello ZOO hannoavuto più volte l'opportunità di apprezzarli in quanto IPDZ ha partecipato al SU LA TESTA CONTEST arrivando in finale e poi spuntandola sul filo di lana sul buon Zazza.
In molti ricordano con favore la loro esibizione a SU LA TESTA 2008 dove hanno ricevuto la targa premio come vincitori del "Su la testa contest". In particolare mi piace l'intreccio su cui si basano le loro composizioni che ne fanno un gruppo che sembra essere in grado tanto di rappresentare il territorio quanto di essere apprezzato ovunque; secondo me potrebbero benissimo provare a suonare anche all'estero. Sono sicuro che gli direbbe bene.
Il gruppo alterna momenti acustici a fiammate più potenti sempre sul filo della tensione armonica e dell'emozione. Sono sicuro che non potrete fare a meno di apprezzarli.
Un grazie di cuore a chi ha partecipato Domenica scorsa: una serata eccezionale. In particolare un grazie per il rispetto e l'attenzione con cui sono state ascoltate le poesie di Emanuella Miolla lette dall'attrice Sara Ogando Dos Santos. Questo vi qualifica come pubblico e come persone.
Ci vediamo domenica!
... ah se volte sapere l'origine del nome è spiegata sul loro Myspace...

martedì 10 marzo 2009

Davide Geddo,Neve su di Lei e L'Immaginario . . .




Serata piena di sorprese la prossima domenica al Principe Club di Albenga per la rassegna "Il Principe del Folk".
Il palco sara sicuramente affollato. Infatti oltre agli artsti in rassegna ci saranno due special guest molto importanti.
"L'Immaginario" è una raccolta di poesie che è uscita ora in libreria. Poesie giovanili che parlano delle dimensioni della scoperta e della vita. L'autrice è Emanuela Miolla e presenterà alcune delle sue poesie che verranno lette dall'attrice Sara Ogando Dos Santos. Saranno momenti intensi e interessanti dove si potrà scoprire il talento della giovane ingauna.
Emanuela l'ho conosciuta in questi giorni, nell'allestimento della serata, e pare davvero una di quelle persone da aprire e conoscere il più possibile. Un pò di mistero e un pò di verità.
Poi ci sarà un super ospite, un rapper che si chiama Matiz per unire la dimensione della canzone con quella della poesia tramite la parola come canzone.
Non lo conosco direttamente ma Marcella Garuzzo, in arte Neve su di Lei, mi dice che è un gran talento e io mi fido ciecamente.
Il concerto vero e proprio vedrà invece due session separate di Davide Geddo e , appunto, Neve su di Lei.
Davide Geddo propone il suo repertorio per così dire "storico" arricchito delle nuove canzoni "Ma dove cazzo guarda il cantautore?", "Tempo perso" e "Post- amore".
Neve su di Lei è una cantautrice genovese che ha scritto diverse canzoni interessanti , spesso ritratti, spesso piccoli episodi autobiografici. Il suo stile risente senza ricalcare della grande passione per Joni Mitchell e le accordature aperte.
La sua voce alta e dolce accompagna complicate armonie intrecciate e suggestive.
Il suo è uno spettacolo orginale condotto con l'accompagnamento di alcuni giochi ritmici messi su dal suo fido compagno di viaggi e canzoni.
La serata dunque si preannuncia piena di ospiti e di emozione in linea con i principi cardine della rassegna "Il Principe del Folk" che è organizzata ogni Domenica al Principe Club in collaborazione con l'Associazione Culturale ZOO.

La musica in un club

Peccato per Pete Ross. Non che non ci fosse gente ma era un pò, come dire, distratta. Capita.
La gente ha sempre cose importanti da dirsi. Sicuramente. Non ho il minimo dubbio.
Io invece ho ascoltato. Ed è stato un gran concerto.
Se qualcuno di voi non lo sapesse, anche solo perchè nessuno glielo ha mai detto, i concerti vanno ascoltati. Sono proposte. La dimensione del concerto non è certo il silenzio ma l'ascolto sì. Non che non possiate parlare o ridere o scherzare. Ma magari proprio sganasciarvi no. La musica, soprattutto quella dal vivo, non è un sottofondo o un canale da cercare di cambiare con un telecomando immaginario o da rovinare con un becero protagonismo.
Quando un artista arriva, magari pure da lontano, è buona norma accoglierlo con ospitalità. Ascoltarlo. Conoscerlo. Poi magari pure criticarlo.
Un' altra forma di cortesia è aspettare che finisca il pezzo per andarsene e metterci un'ora ad alzarsi dal tavolo e parlare e ridacchiare mentre lui è lì che suona.
Cosa sia la musica folk, almeno superficialmente, dopo i 17 anni lo devi sapere. Non puoi chiedere di cambiare musica. Non sei davanti alla tv.
Sono convinto che ad Albenga la gente fondamentalmente certe cose non le sappia anche perchè la musica da club è una novità e quindi io dico queste cose assolutamente senza polemica o perbenismo.
Ma le dico.

mercoledì 4 marzo 2009

Domenica al Principe Club PETE ROSS!


Non accennano a finire le emozioni della Domenica sera al Principe Club di Albenga in Viale Italia.
Domenica prossima è di nuovo la volta di un ospite internazionale. Proveniente nientepopodimenoche dall'Australia, Pete Ross è un asso della musica country, proveniente da Melbourne,nato da una famiglia di emigranti italiani, figlio d'arte (suo padre, Peter Ciani, è forse il più popolare songwriter italo-australiano), innamorato del country classico e moderno (Johnny Cash, Townes Van Zandt, Lee Hazlewood...) ma anche della canzone folkloristica di ascendenza italiana ed in particolare siciliana (che ne dite di una "Sciuri Sciuri" in versione country??), Pete Ross è davvero un personaggio tutto da scoprire.
Dopo una lunga carriera con The Broken Arrows, una tra le più interessanti country bands australiane degli anni '90, Pete ha ora deciso di vestire i panni del solista dando alle stampe il suo primo album, "Six string suicide" (che verrà presto distribuito in Italia dalla Edel).
Ora accompagnato dalla sua band (The Paesanos), ora in versione solitaria, Ross alterna le folk ballads della tradizione australiana e americana con composizione proprie profumate di roots, e persino con brani in italiano ("Sara sarà") www.myspace.com/peterosslive .
E' molto bello che ad Albenga ci sia un posto che sia ormai tappa del folk internazionale e vi anticipiamo che altri importanti artisti saranno presto di passaggio.
Tutto ciò grazie anche alla nostra Associazione Culturale che ormai è sinonimo di qualità e interesse e collabora nel casting di queste domeniche al Principe.

A proposito si parla di una riunione prestissimo e di qualche nuovo progetto.
A presto!

giovedì 26 febbraio 2009

Sabato al Cavour di Imperia per il Malawi!


Uno dei membri dello staff dello ZOO, il mitico "Steve" , è parte importante dell'ONLUS Agya ed ecco cosa hanno organizzato. Naturalmente lo ZOO lo sostiene con tutto il cuore!
Sabato 28 Febbraio 2009
Teatro Cavour
Imperia
AGYA onlus presenta
DARAA J. Dance Company
Daraa J. Dance Company è una compagnia di artisti senegalesi che propone una performance tra le più coinvolgenti e spettacolari in circolazione: una perfetta miscela di danza, costumi e musica dal vivo con strumenti musicali tradizionali (tra cui Qora, Balafon e Djembe), con 13 ballerini e musicisti sul palco che si trasformano in acrobati ed attori. La compagnia è coordinata da Jean N’Diaye, che partendo dal Ballet National du Senegal è arrivato in Italia ballando nel tour mondiale di Youssou N’Dour. Ha in seguito partecipato a tantissimi eventi, tra cui diverse apparizioni nel programma RAI “Alle falde del Kilimanjaro” col gruppo Mama Africa.
Daara J. rappresenta al meglio l’intensità e la spettacolarietà della danza afro-occidentale, uno show memorabile e dal fortissimo impatto scenico.“Tanta energia ed intensità, con una grande sinergia tra ballerini e musicisti: uno spettacolo strepitoso!!” - International Dance Review Magazine – L’incasso verrà destinato ai progetti di aiuto di Agya onlus a favore dei bambini e delle famiglie più povere in Malawi.
Prezzi: 15€ intero/10€ ridotto (studenti, anziani,bambini, diversamente abili)
Prevendite:
TuttoMusica (Piazza della Stazione 1, Imperia Oneglia)
Lepre Strumenti Musicali (Via Cascione, Imperia Porto Maurizio)
Positive African Art (Via Palma 16, Sanremo)